A proposito dello stencil nella street art

A proposito dello stencil nella street art

  • Artetrama

Quando si parla di arte di strada, è inevitabile pensare allo stencil. Molti artisti utilizzano questa tecnica per raffigurare le loro opere grazie ai suoi vantaggi rispetto ad altre forme espressive, anch'esse molto comuni nell'arte urbana. Lo stencil è un modo veloce ed efficace di trasmettere un messaggio e quindi è sempre stato legato a un'immagine di allegria e autenticità. Artisti come Banksy o il suo predecessore, Blek Le Rat, hanno contribuito ad ampliare e internazionalizzare questa tecnica che ha un passato molto più lontano.

Ma in cosa consiste lo stencil? Questo supporto è semplice e fondamentalmente dà diritto a creare un'immagine o una forma negativa tagliando una superficie piana (un cartone, per esempio), creando lo stencil stesso. In seguito, viene posizionato sul supporto e su di esso viene applicata della vernice spray, in modo che il lato positivo sinistro sia raffigurato su quella superficie.

Senza tornare alle sue origini più ancestrali, il riferimento più chiaro dello stencil per graffiti come lo conosciamo oggi, affonda le sue radici nella seconda guerra mondiale. L'esercito americano usava gli stencil per posizionarli sull'equipaggiamento delle diverse unità e contrassegnarli in questo modo in modo che tutti sapessero a quale divisione apparteneva il soldato. Ma non solo in tempo di guerra è nato il "stencil tagging". I soldati di entrambe le parti usavano gli stencil anche per identificare i percorsi con immagini simboliche, dipingendoli sul pavimento o sulle pareti dell'edificio, o per riempire il nemico di paura, decorando le loro armi pesanti con teschi o animali selvatici.


Nel frattempo, i primi stencil sui muri sono stati visti per la prima volta in Europa, in questa occasione con un senso di rivendicazione più politico. Questi furono usati per mostrare messaggi contro il governo. Come accennato prima, lo stencil è veloce, un bel vantaggio quando si commette un'attività illegale. D'altra parte, questi messaggi sui muri sono stati molto utili anche come propaganda politica. Per esempio, il dittatore italiano Mussolini ha usato questi messaggi di stencil per influenzare i cittadini.


Questa stessa filosofia di diffusione di messaggi politici si è appropriata decenni dopo del movimento punk, molto attaccato allo stile "DIY" (fai da te). Bande come i British Crass, hanno lasciato una dichiarazione delle loro opinioni politiche durante gli anni '70 in molte città del Regno Unito.

Questa tendenza ad attaccare messaggi politici con nomi di band talmente radicati nella scena punk che persino il grande Shepard Fairey riconosce che i suoi inizi nell'arte urbana non sono venuti dai graffiti ma dalla propaganda punk di band come Black Flag, Sex Pistols o The Clash.


Oggi, l'artista urbano più popolare a livello globale è Banksy ma, come abbiamo detto molto tempo prima nel nostro post "Arte urbana, dalle strade alle gallerie d'arte", il padre dei graffiti stencil come li conosciamo oggi, è Blek Le Rat.

Questo artista francese ha iniziato a creare le sue prime opere con la vernice spray a Parigi all'inizio degli anni Ottanta. Attraverso lo stencil, Blek Le Rat riuscì ad allontanarsi dallo stile dei graffiti newyorkesi, che in quegli anni era al suo meglio grazie ad artisti come Keith Haring o Jean-Michel Basquiat. Bleck Le Rat fu il primo a dare alla tecnica dello stencil la fama che ha oggi, grazie ai suoi ratti e alle sue figure umane a grandezza naturale.

Blek Le Rat iniziò la sua invasione della capitale francese nel 1981, disegnando piccoli ratti in diversi angoli della città. Questo ratto (RAT è l'acronimo di ART) si è poi trasformato negli artisti in un timbro unico e in un simbolo di creatività e libertà. Un po' più tardi, nel 1983, e ispirato dalle opere di Richard Hambleton e Pigneon-Ernest, Blek Le Rat ha creato una serie di figure umane che raffiguravano l'immagine di un uomo anziano. L'artista l'ha presa in prestito da una foto che illustrava un articolo di un giornale che raccontava la situazione attuale dell'Irlanda del Nord. Quell'uomo è apparso nella foto urlando contro i soldati che intimidivano i civili con le loro armi. L'atteggiamento di quest'uomo è stato preso da Blek Le Rat come simbolo di rivolta, libertà e, soprattutto, coraggio.

Loading...