Equipo Realidad

Equipo Realidad è stato formato da Jorge Ballester e Juan Carlos Cardells nel 1966 e durò 10 anni, frenando nel 1976.

La tendenza pittorica in Spagna è cambiata negli anni Sessanta, ritornando al figurativo dopo un lungo periodo di astrazione e informalità. La critica ha definito questa tendenza come "nuova figurazione", che si basa sulla Pop Art americana, ma senza banalizzare l'immagine e facendo esattamente il contrario: l'opera si distingue per il suo impegno politico, dando un messaggio di denuncia alla società dei consumi. Equipo Realidad sceglie questo movimento per criticare il regime franchista del momento e, allo stesso tempo, per entrare in contatto con il popolo.

Ci sono quattro serie da sottolineare durante i dieci anni di esistenza di questa squadra: Casa dolce casa (1972), Di antichi e vesti (1972), Ritratto di un ritratto di un ritratto... (1972), La guerra, Atti di guerra o quadri di storia (1973-1976).

Gli artisti dicevano: "la realtà non è ciò che è importante, è l'immagine", ed è per questo che prendono come riferimento per le loro opere immagini da riviste, pubblicità o cataloghi. Sono stati definiti "pittori radicali che, pur rinunciando alla paternità, postulano il lavoro di squadra, la critica sociale e l'impegno politico". Per queste ragioni hanno avuto una mancanza di critica e, senza di essa, una grande difficoltà a vendere le loro opere.

A proposito dei membri di Equipo Realidad possiamo dire che Jorge Ballester e Juan Cardells si sono incontrati nel 1964 al Collegio di Belle Arti di San Carlos. L'anno successivo si sono uniti e hanno creato la sua prima opera, "La sepoltura dello studente Orgaz", che si basa sull'opera di El Greco e in cui hanno sostituito la sepoltura del conte con l'immagine dell'omicidio di uno studente a Santo Domingo tratta dalla rivista Triunfo. Nel 1967 entrambi firmarono un manifesto in cui si impegnavano a servire la società attraverso l'arte. Nel 1976 la squadra si sciolse per motivi come l'esaurimento personale della coscienza del lavoro di squadra, le circostanze familiari e lavorative, la scarsa accoglienza del suo lavoro, le scarse vendite dei loro quadri... L'ultimo dipinto dell'Equipo Realidad, "Ricezione ufficiale" è incompiuto e mostra un'udienza con il re Juan Carlos al leader dell'estrema destra Jose Giron. Alcuni potrebbero pensare che la non completezza dell'opera, che corrisponde alla parte del re, potrebbe riferirsi ai dubbi che gli spagnoli avrebbero avuto al momento sul futuro politico che la monarchia proponeva.

Attualmente l'opera di Equipo Realidad è vista con grande interesse, sia per i collezionisti che per i galleristi, per i valori politici e storici ad essa associati, gli stessi che causarono lo scioglimento della squadra nel 1976. Prova di questo interesse è l'acquisto di quattordici opere da parte dell'IVAM per un'antologia nel 2008.

Showing: 0

Spiacenti, non ci sono prodotti in questa collezione

Loading...