Faile

Il collettivo d'arte Faile, è formato da Patrick Miller e Patrick McNeil. Entrambi gli artisti si sono incontrati a scuola e hanno studiato grafica. Nel 1999 hanno formato un gruppo con il soprannome di A-Life, sotto il quale (e sotto l'influenza di un giovane Shepard Fairey) hanno iniziato ad incollare i loro manifesti nelle grandi città americane. Presto incontrarono chi sarebbe diventato un terzo membro temporaneo, la giapponese Aiko Nakagawa. Nel 2006 avrebbe lasciato il gruppo per iniziare la sua carriera da solista e oggi è conosciuta come Lady Aiko.

Dopo un arresto, proprio per la tostatura del grano, hanno cambiato il nome del gruppo in Faile (anagramma di A-Life). Poco dopo si erano già creati un'immagine e cominciarono ad espandere il loro marchio in altri continenti attaccando i loro disegni per le strade di altre città in Europa e in Asia. Come Obey, questo gruppo mira a creare una critica sociale, a generare interesse e consapevolezza artistica.

Faile faceva parte di quel gruppo di giovani artisti emergenti della sottocultura urbana che promuoveva l'arte nelle strade. Con le loro impressioni stampate, Faile promuove l'accesso delle opere d'arte al grande pubblico a prezzi accessibili.

Hanno iniziato a lavorare con lo stencil, preferendo questa tecnica perché il loro lavoro avrebbe avuto una maggiore durata. A poco a poco l'hanno combinata con la pittura, i mezzi misti e il collage. Grazie alla sua vasta conoscenza delle tecniche di stampa, questi due artisti hanno portato il collage a un altro livello e nelle sue opere possono vedere quanti strati stampati sono sovrapposti l'uno sull'altro per poi essere strappati, suggerendo gli strati inferiori. Come Mimmo Rotella aveva già fatto qualche decennio prima, Faile crea una propria versione della tecnica del decollage.

Il lavoro di questi artisti è fortemente influenzato dal fumetto, dal cinema e dai romanzi di finzione. Se guardiamo all'estetica del loro lavoro possiamo vedere come questa neo pop art ci viene presentata, rappresenta la propria versione moderna dell'estetica di Roy Lichtenstein e, come già detto, una tecnica migliorata del decollage di Mimmo Rotella. Tutte le loro opere esplorano il mondo delle contraddizioni e di come si completano a vicenda, sulla base della teoria dello yin-yang. Così gli opposti come l'amore e l'odio, la violenza e la pace o la bellezza e la bruttezza condividono le luci della ribalta nei loro dipinti.

I membri di Faile risiedono attualmente a Brooklyn, New York, dove hanno il loro laboratorio. Le loro attuali creazioni esplorano i media, dalle tele tradizionali ad altre più diverse come il legno o il vetro. Hanno anche un'attività molto prolifica, modificando le loro stampe in edizione limitata e creando la loro linea di merchandising. Finora hanno pubblicato quattro libri con le loro opere intitolate "Orange", "Death", "Boredom" e "Lavender".

Le loro opere sono riconosciute a livello internazionale e sono state esposte nelle principali gallerie di tutto il mondo. Alcune di esse sono arrivate ad ottenere decine di migliaia di euro.

Showing: 5
Loading...